Cosa fare per non perdere i capelli: consigli utili


La caduta dei capelli va considerata un disturbo da trattare nell’immediato quando diventa particolarmente grave e persistente. In questo caso è bene rivolgersi ad uno specialista e cominciare un percorso terapeutico. Al contrario quando il fenomeno della caduta dei capelli è contenuto ed è generato da cause quali stress, cambi di stagione, inquinamento o trattamenti cosmetici aggressivi, è possibile agire usando prodotti specifici anticaduta Phyto, Vichy o Bioscalin, in grado di favorire il benessere della chioma, tramite l’uso di maschere rigeneranti, lozioni rinforzanti, shampi e integratori alimentari. In particolare è molto importante anche usare semplici ed efficaci accorgimenti, necessari a mantenere la chioma sempre sana e corposa.

Seguire un’alimentazione sana ed equilibrata

Per prevenire o contrastare la caduta dei capelli e favorirne al contrario il benessere è bene seguire una regime alimentare ricco di frutta e verdura, evitando cibi troppo grassi. Sarebbe meglio, inoltre, assumere alimenti contenenti vitamine, sostanze in grado di promuovere la crescita di capelli sani, contrastandone l’indebolimento.

Evitare l’esposizione eccessiva al sole

Come accade per la pelle anche per i capelli, l’esposizione prolungata ai raggi UV, tende a provocare danni che portano inevitabilmente ad un indebolimento del capello che a sua volta può provocarne la caduta. Il sole infatti secca la capigliatura facendole perdere corposità e lucentezza.

Evitare l’uso di prodotti chimici

In caso di capelli già fragili e sottili è fortemente sconsigliato l’uso di trattamenti cosmetici chimici, come tinture, lacche, spume e prodotti in mousse ad azione fissante che però risultano essere particolarmente aggressivi. Questi prodotti non faranno altro che indebolire ancora di più la chioma, irritare il cuoio capelluto e favorire la caduta dei capelli.


Massaggiare il cuoio capelluto.

Un valido rimedio per prevenire la caduta dei capelli è senza alcun dubbio stimolare la circolazione sanguigna, facendo dei massaggi al cuoi capelluto e apportando il giusto apporto di sangue ai bulbi piliferi. Questi massaggi sono molto importanti anche perché migliorano il lavoro delle ghiandole sebacee e contrastano il problema legato alla cute secca.

Utilizzare un pettine adeguato

Pettinare i capelli delicatamente e nel modo corretto è un altro fattore importante per contrastarne la caduta e/o il diradamento. E’ fondamentale in questo caso scegliere un pettine o una spazzola adatta alle esigenze dei vari tipi di capello e pulirle spesso in modo da mantenere il cuoio capelluto pulito, evitando che si chiudano o irritino i follicoli, causando la caduta dei capelli.

Evitare fasce o fermagli troppo stretti.

Raccogliere i capelli con fasce, berretti o pinzette troppo strette potrebbe, a lungo andare, favorire il diradamento della capigliatura, poiché in questo modo si tende a esercitare una certa pressione sulla chioma capace di indebolirla.

Evitare l’uso di piastre, phon e arricciacapelli

La piastra, l’asciugacapelli e l’arricciacapelli aiutano sì a modellare la nostra chioma, conferendole un look alla moda, ma l’uso persistente di questi strumenti rischia di danneggiare in maniera molto grave i capelli. L’alta temperatura, sprigionata da questo tipo prodotti infatti rende la capigliatura estremamente secca e ciò rischia, con il tempo, di indebolire così tanto il capello da causarne la caduta.

Evitare lo stress e le preoccupazioni

Lo stress è tra le principali cause di caduta e diradamento, perché produce una contrazione dei vasi sanguigni che alimentano la crescita dei capelli. Di conseguenza, il cuoio capelluto non viene nutrito e i capelli tendono ad indebolirsi e cadere.