Orticaria, rimedi naturali


Per coloro che non ne fossero a conoscenza, ad oggi l’orticaria è considerata da molti una delle più critiche patologie che possono colpire improvvisamente la pelle. Entrando nello specifico, essa può manifestarsi con la comparsa di macchie chiamate pomfi, forti arrossamenti che portano ad avere un prurito incredibile che sembra non voler passare mai.

Orticaria

Diverse possono essere le cause dell’orticaria, si parte da un’alimentazione fatta di cibi a cui si è allergici o intolleranti fino ad arrivare alle reazioni a medicinali. Delle volte il tutto può essere causato anche da un periodo di forte stress. Prima di rivolgervi al vostro medico di base, leggete quelli che secondo noi sono i migliori rimedi fai da te per arginare l’orticaria.


Per prima cosa vi consigliamo di puntare sull’aloe vera. Il gel delle foglie è un ottimo rimedio per cercare di calmare all’istante l’infiammazione e allentare di un bel po’ il prurito, dando quel senso di sollievo rapido e dando una mano all’idratazione della cute. Se volete alleviare l’orticaria potete affidarvi anche agli oli essenziali di camomilla, lavanda o melissa, applicando il tutto sulla pelle e tamponando con un piccolo pezzo di cotone.

Niente di complicato. Inoltre, possibile intervenire sull’orticaria immergendo la parte della pelle interessata in acqua, nella quale dovrete obbligatoriamente aggiungere il bicarbonato di sodio e la farina di avena. In conclusione, come citato ad inizio articolo, l’orticaria può venire anche a causa di un forte stress per questo consigliamo di praticare yoga, soprattutto concentrarsi sulla respirazione, o eventualmente meditazione. Possono aiutare parecchio anche le tisane rilassanti come la camomilla, melissa, passiflora e valeriana.

In conclusione, anche l’alimentazione è uno degli aspetti più importanti per chi ha l’orticaria. Dunque è altamente consigliato individuare a quale alimento si è intolleranti oppure allergici. Gli alimenti che scatenano maggiormente il fenomeno dell’orticaria sono i latticini, frutta secca con il guscio, noci, arachidi, crostacei e uova.