QT lungo ed intervallo corretto, quali i valori normali?


Il cuore è il muscolo e il motore del nostro organismo che con i suoi 100 000 battiti quotidiani distribuisce, attraverso il sangue pompato, tutto ciò di cui l’organismo ha bisogno per vive, ossigeno, sostanze nutritive e quant’altro. Tutto ciò avviene grazie alla contrazione e al rilassamento delle camere cardiache e determina il funzionamento elettrico dell’intero processo, chiamato ripolarizzazione e rilevato dall’elettrocardiogramma (ECG).

QT lungo

Fondamentalmente l’ECG si occupa di monitorare i segnali elettrici lanciati dal cuore tra un battito e l’altro e li classifica ulteriormente al fine di permettere al dottore di concentrarsi su un’onda elettrica in particolare. Quest’ultima ha esattamente 5 tipologie chiamate P, Q, R, S e T. In questo contesto ci si concentrerà sue due onde elettriche distinte, Q e T, e del loro intervallo. Con intervallo QT si intende la distanza di tempo che hanno Q e T quando si presentano e sono emesse da due camere cardiache precise, dette ventricoli.


In generale, l’intervallo QT è di circa un terzo rispetto a un ciclo di battito cardiaco, se invece si la distanza di tempo che intercorre tra Q e T è al di sopra di questo valore allora sopraggiunge una vera e propria sindrome che causa un battito cardiaco irregolare ovvero l’insorgere delle aritmie ventricolari. Difficilmente il medico potrebbe avere a che fare con soggetti affetti dalla sindrome di QT breve ma questo non vuol dire che non esista una patologia che va comunque tenuta sotto stretto controllo dal soggetto che ne soffre.

Ad alterare l’intervallo QT possono essere determinati medicinali come gli antistaminici, gli antibiotici macrolidi, il metadone e gli inibitori della serotonina. Come sempre, in questi casi, non va dimenticato l’abuso di alcool. Prima di sottoporsi all’ECG non è tassativo presentarsi a stomaco vuoto o non eseguire alcuna attività motoria ma, dato che avviene tramite l’applicazione di elettrodi sul petto è bene, per le donne, non mettere alcuna crema idratante mentre agli uomini si consiglia di depilarsi.