Colon irritabile: cosa è, rimedi e cure


L’articolo odierno lo presentiamo con l’obiettivo di chiarire un po’ cosa è la patologia del colon irritabile e che approccio ci vuole per affrontare nel miglior modo possibile la terapia.
Iniziamo con il vedere quelli che ad oggi sono i sintomi più comuni che causano il colon irritabile: sono varie le cause che possono determinare la comparsa della sindrome del colon. Secondo studi approfonditi il tutto è prevalentemente causato da contrazioni anomale, chiamate nello specifico con il nome di spastiche del colon. Il fenomeno del colon irritabile il più delle volte si manifesta con l’evacuazione continua di feci come nel caso di dissenteria.

Colon irritabile

Altri soggetti possono essere colpiti senza preavviso successivamente ad un brutta infezione gastrointestinale, tale da mettere a serio rischio la propria qualità della vita del paziente che accusa questi fastidiosissimi e forti dolori. Una delle cause più frequenti è lo stress. L’ansia e stati di forte agitazione possono aggravare e non poco il colon portando niente meno a crampi addominali atroci.

Anche una alimentazione non sana può essere una causa scatenante per patologie del colon irritabile. Per esempio un’intolleranza al latte o eventualmente ai legumi può portare come conseguenza una forte colite e dunque a forme di irritazione. Concentrandoci sul latte, quest’ultimo crea un gonfiore addominale spropositato e peggiora i problemi di diarrea nel soggetto. Altri scienziati delle patologie del colon ritengono che tale sindrome sia collegata anche ad una troppa ipersensibilità dell’intestino in qualche soggetto.

Quale è il sintomo principale del colon irritabile?

Sintomi c’è ne sono davvero tanti, ma la caratteristica principale è senza dubbio la presenza di un dolore di tipo colico, con dolori più o meno forti, a seconda del paziente e la cui durata è difficile da stabilire. Riconoscere il fenomeno del colon è un gioco da ragazzi, i dolori si concentrano sopratutto nella zone sinistra dell’addome. I sintomi per chi soffre di colon possono variante tantissimo, passando dalla costipazione alla diarrea. Chi soffre di Colon inoltre tende a svegliarsi molto presto la mattina, perché necessità urgentemente di andare in bagno per evacuare. Il tutto il più delle volte succede anche dopo un pasto. Tra i sintomi più diffusi tra l’altro spiccano: mancanza di concentrazione, la sensazione di ansia e la tachicardia.

Sapete che la muscolatura dell’apparato addominale conto molto?

Nei pazienti affetti dalla patologia del colon le contrazioni muscolari dei muscoli implicati nel processo di digestione durano più a lungo. Questa mancata rilassatezza, causata tuttavia da uno sforzo prolungato, provoca un aumento eccessivo di gas nello stomaco e di conseguenza porta alla diarrea. In poche parole, quello che vogliamo dirvi è che esiste una relazione tra il colon spastico e dolori in corrispondenza della zona lombare della schiena.




Come sicura il colon irritabile?

Le cure e i vari trattamenti sono davvero tanti, tutto dipende dalle forma di dolore percepita dal soggetto. Prima di tutto bisogna cambiare il proprio stile alimentare, visitando un bravo gastroenterologo informandolo sui cibi assunti e quante volte al giorno si è andati in bagno, rivelandole se siete sotto stress o se durante gli ultimi giorni sono accaduti particolari fatti. Alla fin dei conti, medicinali messi da parte, il segreto per curare il colon è senz’altro la sana alimentazione. Una delle azioni più tradizionali messe in atto dal proprio medico di base, oltre che alla fastidiosissima colonscopia, è l’eliminazione per qualche settimana del latte e dei suoi derivati. Altri cibi che inizialmente verranno eliminati sono quelli che provocano gas intestinale, ovvero: broccoli, cavolfiori.

Successivamente, il dottore vi consiglierà anche di non abusare del caffè’, alcool o di fumare sigarette. La cura del colon in compenso sarà incentrata più che mai sull’assunzione di cibi pieni di fibre, che saranno di vitale importanza sia per chi soffre di stipsi che di grave dissenteria. Non sarà tassativo ricorrere a medicine costose per curare il colon irritabile, basta cibarsi bene e il gioco è fatto. Per ridurre il fenomeno del colon sono consigliate anche un paio di terapie psicologiche. Prendendo in considerazione il ruolo centrale che potrà avere lo stress nella guarigione di tale fenomeno, sarà importantissimo poter fare affidamento ad un sostegno morale che aiuti il soggetto a ridurre al minimo gli stati di ansia e agitazione.

Leggi anche: Colon irritato: ecco degli utili consigli da seguire alla lettera

Quale dieta seguire per arginare il problema del colon irritabile?

Una dieta perfetta per il nostro intestino inizierà escludendo quei tipi di cibi che ci accorgiamo possano far male e mettere a serio rischio la nostra salute. Meglio eliminare da i nostri pasti tutto ciò che contiene percentuali piuttosto elevate di grassi saturi e idrogenati. Le bibite gasate sono assolutamente sconsigliate e non allevieranno di certo i sintomi della colite, anzi. Da far fuori anche l’immancabile caffè, ma potremo ottenere più o meno il medesimo effetto affidandoci ad un ginseng o te’ verde.

Trattasi senza dubbio di bevante molto più salutari, che renderanno più ricca la dieta di benessere e le nostre giornate mettendo di buon umore. Dolci, fritti e carni rosse ugualmente da abolire. Le carni rosse sono ossidanti e di conseguenza possono provare infezioni a livello gastrointestinale, diabete, sino a produrre tumori del retto… Per risolvere problemi di colon si rincorre spesso all’olio di menta piperita. Parliamo di un olio il cui principio attivo è il mentolo, che riesce incredibilmente a rilassare lo sfintere esofageo andando a ridurre di parecchio le contrazioni addominali e la sofferenza ad esse associate.

Quanto può durare il fenomeno del colon irritabile?

Dipende dal soggetto. Tutto dipende se si seguono alla lettera i consigli prescritti dal vostro medico di base. Alla fin dei conti la forza di volontà e la capacità di reagire fanno la differenza.