La ricerca enologica per creare prodotti enologici all’avanguardia


L’industria che sta dietro alla bottiglia di vino che stappiamo è in continua evoluzione. Le analisi di mercato evidenziano come il settore del food & beverage è in costante crescita negli ultimi anni e in particolare i prodotti italiani sono sempre al vertice delle vendite.

In questo mercato frenetico si muovono anche le aziende di prodotti per l’enologia, ovvero quelle che studiano e realizzano i migliori prodotti per il lavoro dell’enologo. Questo è il mondo industriale in cui nascono enzimi, tannini, lieviti, stabilizzanti, e tutti i coadiuvanti che sono indispensabili nella vinificazione per tenere sotto controllo la fermentazione, le chiarifiche, l’affinamento e la conservazione del vino.

Un esempio di azienda che fa ricerca enologica

Non è possibile restare ai vertici del mercato dell’enologia senza investire tempo e risorse al settore ricerca e sviluppo. Il cliente finale che acquista il vino è sempre più consapevole e attento alla salubrità degli alimenti, di conseguenza anche la cantina e il resto della filiera devono essere pronte a rispondere alle richieste.

Per questo motivo la ricerca nel campo dei prodotti enologici è fondamentale. È questo il caso di Enologica Vason, azienda facente parte di VasonGroup, che da mezzo secolo lavora in questo settore senza sedersi sugli allori.


La ricerca enologica di Vason ha portato l’azienda ad essere sempre al passo con il mercato, evolvendo i propri prodotti per venire incontro alle esigenze dei loro clienti, al miglioramento qualitativo dei vini e curando anche l’aspetto ecologico.

Dalle richieste degli enologi e da un forte approccio scientifico, l’azienda ha sviluppato un’ampia gamma di prodotti per migliorare il lavoro nelle cantine. Consapevole che non è sufficiente mettere in commercio i propri prodotti per l’enologia e sperare che continuino a soddisfare le richieste nel corso degli anni, Vason ogni anno investe il 5% del proprio fatturato nel settore ricerca e sviluppo. La collaborazione con rinomati istituti di ricerca e il know-how aziendale hanno dato vita a una serie di prodotti e servizi che assistono gli enologi e i produttori di vino in tutto il processo di vinificazione.

Ecosostenibilità Enologica: essere all’avanguardia rispettando l’ambiente

Immaginare oggi di fare ricerca in un’industria senza tenere in considerazione l’importanza della tutela dell’ambiente è davvero un controsenso. Se si pensa al settore del cibo e delle bevande il legame con la terra dovrebbe essere ancora più forte. Nel titolo di questo paragrafo sono state accostate le parole “ecosostenibilità” ed “enologia” proprio per sottolineare come chi lavora nel settore dei prodotti enologici non può esimersi dal risparmio energetico e dalla riduzione delle sostanze inquinanti.

La ricerca deve essere applicata anche nell’individuare sistemi di produzione green a basso impatto ambientale e non solo nell’evoluzione tecnologica applicata ai propri prodotti. Tornando all’esempio di Vason, dal 2010 l’azienda ha conseguito la certificazione “Carbon Footprint” – UNI ISO 14064-1 impegnandosi nella riduzione di sostanze nocive come CO” e GHG. Oltre a questo, ha instaurato una partnership con fornitori di energia pulita per contenere ancora di più il proprio impatto ambientale. Tutte le aziende oggi per essere competitive devono essere pronte ad affrontare i cambiamenti del mercato e all’esigenza di porre sempre più attenzione e rispetto verso l’ambiente.