Legumi in sostituzione della carne, cosa c’è di vero?


I legumi da sempre vengono apprezzati per le loro tante proprietà benefiche. Dalle proteine al basso contenuto di grassi fino agli effetti depuranti, i legumi sono da sempre accostati a vantaggi importanti per il nostro organismo. Nel lontano passato, inoltre, venivano indicati come “la carne dei poveri” per le proprietà benefiche del tutto simili ai secondi di origine animale. I vantaggi di un consumo costante di legumi sono confermate anche dagli esperti per la presenza, davvero notevole, di proteine vegetali al pari delle uova, del formaggio ed, appunto, della carne. Ma un ulteriore vantaggio rende il consumo di legumi più indicato rispetto ai cibi precedentemente indicati: il basso contenuto di colesterolo.

legumi carne

 

E’ di tre punti percentuali la presenza di grassi nei legumi, una quota di gran lunga inferiore agli altri alimenti. Ma è l’alto ferro a rappresentare un altro altro vantaggio dei fagioli, delle lenticchie, dei piselli e dei ceci. E’ opinione comune, quindi, che un buon piatto di legumi possa rappresentare un efficiente sostituto delle carne. Dalle zuppe alle minestre fino a semplici piatti di fagioli con olio, la varietà di piatti con i legumi è davvero alta. Sono i cereali a rappresentare il migliore abbinamento possibile per i legumi. Un matrimonio perfetto in grado di garantire al nostro corpo il giusto apporto di amminoacidi essenziali.


Anche una semplice zuppa di lenticchie, con l’aggiunta del pane, può apportare benefici notevoli al nostro corpo. Da evitare, invece, l’accoppiata dei legumi con la carne; un misto che può causare, nel nostro corpo, una apporto eccessivo di proteine. Anche per chi ha il preciso obbiettivo di perdere peso i legumi sono un’arma vincente. Si tratta, infatti, di alimenti in grado di diminuire notevolmente il senso di fame. Ideale anche per coloro che hanno problemi di stitichezza per non parlare del rallentamento del processo di assorbimento degli zuccheri: una vera e propria manna per chi soffre di diabete.