Creatinina nelle urine alta, bassa e valori normali


La clearance della creatinina è un parametro con il quale si misura il quantitativo effettivo di creatinina nelle urine e serve soprattutto per monitorare lo stato di salute dei reni. Nei soggetti maschili adulti il suo quantitativo normale si aggira attorno ai 97 – 137 millilitri al minuto mentre per i soggetti femminili varia dagli 88 ai 128 ml/min.

Creatinina nelle urine

Fondamentalmente la clearance della creatinina è affiancata alla creatininemia (un esame che calcola la concentrazioni di creatinina nel liquido ematico) e si occupa di monitorare i tempi impiegati nel produrla e nell’eliminarla. A questi due esami si aggiungono ulteriori accertamenti medici effettuati in laboratorio, ad esempio la verifica della velocità impiegata dai reni nel processo di filtrazione glomerulare.


Analisi delle urine e analisi del sangue sono, con la clerance della creatinina, due esami che vengono effettuati in contemporanea quando si vogliono escludere o tenere sotto controllo eventuali disfunzioni dei reni. Se ciò dovesse avvenire allora lo stato di malessere può essere ricondotto a varie patologie legate al rene come un’occlusione delle arterie, la formazione di tumori e tubercolosi renale (per quanto riguarda una presenza troppo bassa di creatinina) o essere la conseguenza di una eccessiva attività motoria o, per le donne, indicare una gravidanza in atto (quando si ha a che fare con alti quantitativi di creatinina).

Gli accorgimenti da seguire quando si vuole effettuare la clearance della creatinina sono molti poiché richiede diversi campioni di urine raccolte nell’arco delle 24 ore e bisogna fare attenzione anche allo stile alimentare o ai tipi di medicinali che si stanno assumendo. La creatinina, infatti, aumenta quando si mangiano abbondanti porzioni di carne, si sta seguendo una cura antibiotica o si eccede nella pratica sportiva mentre diminuisce quando si superano i 50 anni d’età. Inoltre è necessario fare attenzione alla conservazione dei campioni raccolti che devono essere debitamente sigillati e conservati in un luogo fresco.