Tutti i tipi di pulizia dei denti


Spesso si pensa che la pulizia dei denti sia una soltanto, ossia quella tediosa seduta a cui sottoporsi per sbiancare il proprio sorriso eliminando – seppur momentaneamente – placca e tartaro. In realtà pochissimi sanno che esistono diversi tipi di interventi di questo tipo, ognuno utile per esigenze e problematiche di diverso tipo. Tutti gli studi dentistici, incluso quello suggerito, valido ovviamente per i residenti a Roma, offrono questo genere di trattamenti.

Ricordiamo però che è buona norma verificare che lo studio a cui ci si rivolge per la prima volta offra una prima visita gratuita. Il dentista è infatti definibile “capace” e “bravo” non soltanto se in possesso di scontate e dovute capacità mediche e tecniche, ma soprattutto se corrisponde all’ideale di medico che ognuno di noi possiede, ovvero di un professionista in grado di farci sentire a nostro agio, farci sentire il minimo dolore indispensabile, farci sentire sereni e soprattutto farci capire quali sono i trattamenti da eseguire e perché.

Tornando alle varie tipologie di pulizia, ecco nello specifico di cosa si tratta:


  • Detartrasi, ossia la rimozione del tartaro attraverso uno strumento odontoiatrico oppure a ultrasuoni. Si tratta della classica pulizia dei denti quindi, che deve essere effettuata almeno una volta all’anno se ci si vuole assicurare un’igiene orale duratura e si vogliono evitare problematiche di salute di qualunque tipo. Perché farla? Ovviamente per migliorare l’aspetto estetico del sorriso, per avere una dentatura pulita anche in quegli spazi in cui lo spazzolino da denti non arriva e soprattutto per evitare un accumulo di tartaro che, a lungo andare, può finire con l’intaccare le pareti gengivali.
  • Curettage, ossia la rimozione di placca e tartaro con un apposito strumento che viene chiamato Curette. Si tratta di un intervento che garantisce la pulizia della parete dentale al di sotto della gengiva, al fine di prevenire la formazione di sacche di tartaro che, a lungo andare, potrebbero intaccare la salute della dentatura. A differenza della normale pulizia dei denti, questo è un intervento adatto soprattutto a chi soffre di problematiche di questo tipo e deve essere comunque effettuato con molta cautela non più di una volta l’anno. In caso contrario, potrebbe infatti causare l’indebolimento dell’attaccatura dentale.
  • Lucidatura con pasta, ossia una pulizia molto approfondita che viene fatta utilizzando una semplice pasta (leggermente abrasiva) ed una spazzola rotante, che elimina così dai denti placca, tartaro e piccoli residui di cibo. Si tratta dell’intervento cui si ricorre solitamente per avere una dentatura più bianca anziché più sana, perché elimina eventuali macchie di caffè, vino e fumo, che vanno sempre ad ingiallire i denti dandogli un aspetto poco piacevole. Ovviamente non basterà una lucidatura per dare nuova vita ai vostri denti, ma comunque un piccolo aiuto per un sorriso splendente lo avrete direttamente dal vostro dentista.